Spedizione gratuita in Italia

Cute: come funziona la nostra pelle?

Scoprire quali sono i funzionamenti e i meccanismi che si celano dietro la nostra pelle è fondamentale per prendersene cura al meglio. Dai un'occhiata a questo articolo per scoprire tutti i segreti dell'organo più grande del nostro corpo!

Pelle cellule anti-age
Facebook
Telegram
LinkedIn
WhatsApp

Funzioni della cute – anatomia della pelle

La cute può essere definita come un organo multifunzionale che svolge ruoli cruciali nella difesa, protezione, separazione e comunicazione tra l’individuo e il mondo circostante. Pertanto, essa deve simultaneamente possedere le seguenti caratteristiche:

  • Deve essere permeabile per consentire scambi vitali ma anche impermeabile per impedire l’ingresso di sostanze dannose.
  • Deve essere robusta, compatta ed elastica, garantendo al contempo una sensibilità acuta che permetta di percepire anche i più sottili segnali ambientali.

La pelle svolge un ruolo fondamentale nella protezione dall’azione di vari agenti dannosi, tra cui batteri, virus, miceti e agenti fisici, chimici e meccanici.

Inoltre, grazie alla presenza di melanina, essa fornisce una difesa contro le radiazioni solari ultraviolette.

Anche il mantenimento dell’equilibrio idrico corporeo è regolato dalla cute, che con precisione ne gestisce il contenuto all’interno dell’organismo.

Assorbimento e biodisponibilità: di cosa si tratta?

Il termine “assorbimento cutaneo” fa riferimento al processo mediante il quale una sostanza attraversa le diverse strutture della pelle fino a raggiungere i capillari sottostanti.

In campo farmacologico e cosmetico, il concetto di “biodisponibilità” indica la quantità di prodotto cosmetico che viene assorbita attraverso la pelle e che diventa quindi disponibile per svolgere la sua funzione.

Tuttavia, è importante sottolineare che la pelle costituisce una barriera naturale, caratterizzata dalla sua natura idrofoba, nei confronti delle sostanze esogene. Per motivi di difesa, essa si oppone al passaggio di tali sostanze, soprattutto se idrofile.

Nel campo della cosmetica, alcune molecole possono accelerare il tempo di assorbimento, il cosiddetto “lag time”, a vantaggio di altre sostanze. Ecco alcuni esempi:

  1. LIMONENE: Questa molecola favorisce la penetrazione di alcune sostanze, come la caffeina e l’escina.
  2. LIPOSOMI: Queste strutture simili a membrane cellulari sono utilizzate per veicolare sia attivi idrofili che lipofili. Si tratta di una tecnica scientifica ancora in fase sperimentale.
  3. NANOTECNOLOGIE: Le nanotecnologie sono utilizzate per migliorare l’efficacia dei prodotti cosmetici.
  4. BATTERI (deodoranti): I batteri vengono impiegati in alcuni deodoranti per controllare l’odore corporeo.

Tuttavia, è importante tenere presente che, insieme ai benefici di una maggiore biodisponibilità delle sostanze attive nei cosmetici, esiste anche un lato negativo. Si tratta della potenziale pericolosità delle stesse sostanze. Molto spesso non siamo consapevoli dei potenziali rischi di una nuova molecola e un migliore assorbimento può aumentare la probabilità che essa entri nel flusso sanguigno. Questo potrebbe comportare effetti sistemici dannosi, come irritazioni cutanee o sensibilizzazioni, rendendo fondamentale una valutazione approfondita dei rischi associati a tali sostanze.

La cute è un organo di senso

La pelle, ricca di innervazioni sensibili e riflessi motori, è un organo sensoriale che ci consente di interagire con l’ambiente circostante.

Le fibre sensoriali presenti nella pelle possono essere suddivise in due categorie principali:

  1. Terminazioni libere, collocate nel derma e che si estendono fino all’epidermide. La loro funzione principale è rilevare le sensazioni di dolore.
  2. Terminazioni corpuscolari, che consistono nella terminazione delle fibre nervose circondate da specifiche cellule, formando strutture chiamate “corpuscoli”.

La pelle è in grado di percepire quattro principali modalità sensoriali, reagendo agli stimoli seguenti:

  1. Tatto (sensibilità al contatto fisico).
  2. Calore (percepisce la temperatura elevata).
  3. Freddo (riconosce la temperatura bassa).
  4. Dolore (rileva le sensazioni dolorifiche).

La pelle, grazie a queste modalità sensoriali, svolge un ruolo fondamentale nel nostro rapporto con il mondo esterno.

La funzione polivalente della cute: deposito di sangue e regolazione del flusso in situazioni di stress

La pelle non è soltanto un organo di protezione e di sensibilità, ma anche un deposito di sangue. Essa svolge una funzione di riserva e accumulo, in quanto nei vasi sanguigni cutanei può essere immagazzinata una quantità significativa di sangue, che può essere poi redistribuita verso altri organi in caso di necessità di irrorazione.

In una situazione di flusso sanguigno normale, solo il 4% del sangue si dirige verso la pelle per disperdere il calore.

In una situazione di flusso sanguigno sotto stress, il 48% del sangue si dirige verso la pelle per disperdere il calore.

 

Comprendere le varie funzioni della pelle è fondamentale per mantenerla sana e preservare il nostro benessere generale. La cura adeguata della pelle attraverso l’idratazione, la protezione solare e una dieta equilibrata può aiutare a mantenere la pelle in ottime condizioni nel corso degli anni.

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00

Entra a far parte dell'universo Hetras

Per te uno sconto del 10% sul tuo primo acquisto